Dermabase.it
Melanome 2018
Melanome
OncoDermatologia

Benefici a 30 mesi con Efalizumab nella psoriasi a placche


Nel corso dell’ACADEMY 2004, meeting dell’American Academy of Dermatology tenutosi a New York sono stati presentati i risultati preliminari a 30 mesi di uno studio in aperto che ha valutato la sicurezza e l’efficacia del trattamento a lungo termine con Efalizumab ( Raptiva ) negli adulti con psoriasi a placche cronica, in forma moderata-grave.

Un miglioramento del 75% o superiore dell’indice PASI ( Psoriasis Area Severity Index ) è stato osservato nel 78% ( 124/159 ) dei pazienti, che hanno completato i 30 mesi di trattamento.

Il 90% ( 145/159 ) dei pazienti ha raggiunto una risposta PASI50, ed il 45% ( 71/159 ) una risposta PASI90.

Sono stati arruolati in questo studio clinico 339 pazienti.

I pazienti sono stati trattati settimanalmente con Efalizumab per 12 settimane.
Coloro che hanno raggiunto PASI50 o una risposta al Physician’s Global Assessment superiore a “lieve��? sono risultati eleggibili per continuare la terapia di mantenimento ad un dosaggio di 1 mg/kg di Efalizumab una volta a settimana per periodi di 12 settimane.

Gli effetti indesiderati osservati in questo studio sono risultati simili a quelli osservati nei precedenti studi clinici con Efalizumab, e comprendevano: cefalea, infezione non-specifica ( raffreddore ), brividi di freddo, dolore, nausea, astenia e febbre.
L’incidenza di questi effetti indesiderati si è ridotta dopo la somministrazione dei primi due dosaggi.

Efalizumab è un anticorpo monoclonale che blocca in modo selettivo e reversibile l’attivazione, la riattivazione e la mobilizzazione delle cellule T. ( Xagena2004 )

Fonte: ACADEMY 2004 Meeting American Academy of Dermatology

Dermo2004 Farma2004


Indietro