Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome
Melanome 2018

Genentech ha deciso il ritiro volontario del farmaco anti-psoriasi Raptiva


Genentech, il produttore del farmaco per la psoriasi Raptiva ( Efalizumab ), ha annunciato il ritiro volontario del farmaco negli Stati Uniti.
La decisione è conseguente ai casi di leucoencefalopatia progressiva multifocale ( PML ), una rara, grave malattia neurologica a decorso progressivo, causata da un virus che agisce a livello del sistema nervoso centrale.
Dall’8 giugno 2009, Raptiva non sarà più disponibile negli Stati Uniti.

Pertanto, i medici non dovranno più prescrivere il farmaco ai nuovi pazienti con psoriasi. Inoltre, i medici dovranno immediatamente discutere con i pazienti in trattamento con Raptiva su come passare a farmaci alternativi.

Il rischio per i pazienti che stanno assumendo Raptiva è raro ed è generalmente associato all’impiego nel lungo periodo.
Generalmente, la leucoencefalopatia progressiva multifocale si presenta in persone con il sistema immunitario fortemente indebolito e spesso porta a un declino, irreversibile, nella funzione neurologica e a morte.
Non esiste un trattamento efficace per la leucoencefalopatia multipla progressiva.

Raptiva è stato approvato nel 2003 dall’FDA ( Food and Drug Administration ). Nell’ottobre 2008, l’FDA ha aggiornato la scheda tecnica di Raptiva inserendo un’avvertenza riguardo al rischio di infezioni minaccianti la vita, tra cui la leucoencefalopatia multipla progressiva. Nel febbraio 2009 l’FDA ha emesso un Public Health Advisory informando i pazienti e i prescrittori del rischio di leucoencefalopatia multipla progressiva nei pazienti che prendevano Raptiva, dopo aver ricevuto la segnalazione di 4 casi di leucoencefalopatia multipla progressiva ( 3 pazienti sono morti ). ( Xagena2009 )

Fonte: FDA, 2009


Dermo2009 Farma2009


Indietro