Dermabase.it
Melanome
OncoDermatologia
Melanome 2018

Psoriasi a placche, forma moderata-grave: significativi miglioramenti con Efalizumab


Efalizumab ( Raptiva ) è un anticorpo monoclonale umanizzato che si lega alla subunità alfa ( CD11a ) di LFA-1 ed inibisce l’attivazione delle cellule T.

Uno studio clinico di fase III ha valutato l’efficacia e la sicurezza dell’Efalizumab nel trattamento della psoriasi a placche , forma moderata-grave.

Un totale di 597 pazienti è stato randomizzato a ricevere Efalizumab per via sottocutanea ( 1 o 2 mg/kg alla settimana ) o placebo per 12 settimane.

In base alla risposta alla 12^ settimana, i pazienti sono stati sottoposti ad altre 12 settimane di trattamento con Efalizumab o con placebo.

Il periodo di follow-up è stato di 12 settimane.

Alla 12^ settimana nel 22% dei pazienti trattati con Efalizumab 1mg/kg alla settimana si è avuta una risposta del 75% o più all’indice PASI ( Psoriasis Area-and-Severity Index ) e nel 28% di coloro che hanno ricevuto Efalizumab 2 mg/kg rispetto al 5% dei pazienti del gruppo placebo ( p
Dopo l’interruzione dell’Efalizumab alla 24^ settimana, in circa il 30% dei pazienti si è mantenuto un miglioramento del 50% o più dell’indice PASI per le 12 settimane di follow-up.

Efalizumab è risultato bel tollerato , gli effetti indesiderati sono stati nella maggior parte dei casi lievi-moderati. ( Xagena2003 )

Lebwohl M et al, N Engl J Med 2003; 349:2004-2013

Farma2003


Indietro